OnePlus One protagonista di autocombustione: l’azienda indaga sull’accaduto

La recente storia e la casistica degli smartphone in fiamme indica, chiaramente, come la problematica rappresenti un punto di condivisione per quasi tutti i principali marchi, sebbene nell’occhio del ciclone sia stata coinvolta con maggior frequenza Samsung ma solo a causa dell’elevato numero di modelli venduti che ne aumenta la probabilità, tanto che persino il nuovo OnePlus One è divenuto protagonista di un caso similare.
A raccontare dell’accaduto sul forum OnePlus è stato l’utente MiYZu vittima dell’episodio, costatogli il dispositivo, un paio di jeans e la forte paura non senza danni fisici come la lieve ustione procurata alla gamba sulla quale poggiava il device. Stando al racconto, ben testimoniato dalle foto scattate a  ciò che rimane del OnePlus One, il dispositivo sarebbe andato incontro ad un processo di autocombustione che celermente ha fatto salire la temperatura della batteria fondendo la back cover sino a colpire l’utente stesso, in quel momento ignaro di quanto stesse accadendo.


Nonostante i dubbi su quanto accaduto, specialmente considerando come la batteria di OnePlus One sia non estraibile, come chiarito nella nostra recensione, e non è quindi possibile ipotizzare anomalie per componenti sostitutive non conformi agli standard OnePlus, l’azienda ha subito fatto sentire la propria presenza al fianco dell’utente colpito mettendo in moto la macchina dell’assistenza anche per avviare delle indagini su quello che, per il modello in questione, rappresenta il primo caso di autocombustione.