Gli smartphone “Mini” si dimostrano un flop: il quadro completo della situazione

Uno dei trend dell’ultimo biennio maggiormente consolidato da quasi tutti i principali brand del settore, nonostante i segnali l’avessero parzialmente anticipato, potrebbe rivelarsi a breve come uno dei più grandi flop del segmento smartphone, parliamo ovviamente dei modelli denominati “Mini“, con la sola eccezione di Sony, immessi sul mercato per fornire agli utenti la perfetta via di mezzo tra il top di gamma di riferimento ad un prezzo contenuto da fascia media.

Il risultato, secondo alcuni analisti, sarebbe infatti pessimo e tale da spingere alla riconsiderazione dell’intera strategia legata agli smartphone “Mini” i quali, pur vantando un design ed un nome ispirato ai principali modelli di tendenza, peccano purtroppo nel prezzo incapace di rispecchiare le reali capacità tecniche in un mercato dove l’attenzione dell’utente sul rapporto qualità-prezzo è oramai maturata non cadendo più nella semplice illusione del marchio per giustificare un valore. Tra tutti i modelli lanciati nessuno sarebbe riuscito nel tempo a giustificare l’utilizzo del termine “Mini”, creando soltanto tanta confusione sul mercato per delle versioni che non sanno nè di top di gamma nè di dispositivo di fascia media indipendente.

Tra tutte però, e questo potrebbe spingere alla revisione della metodologia di vendita senza abbandonare del tutto l’idea, soltanto Sony è riuscita a svelare un trend inverso coi Sony Xperia Z1 e Z1 Compact, quest ultimo un vero top di gamma dalle dimensioni contenute che sta addirittura conseguendo un successo, pur con un prezzo non particolarmente contenuto, superiore al modello di riferimento in virtù della scheda tecnica da top di gamma capace di giustificare i costi.