Smartphone cinesi: il caso di THL T11, il phablet octa-core

Il nostro focus all’interno delle alternative smartphone provenienti dal mercato cinese prosegue, stavolta, volgendo lo sguardo ad un prodotto consolidato nel settore asiatico ma poco noto in Europa, pur non peccando di qualità e caratteristiche capaci di poter chiamare al paragone con prodotti noti come quelli di Samsung, HTC ed LG, specialmente se ci si rivolge all’area dei phablet dove la concorrenza non è ancora così accanita consentendo ancora a prodotti di buona qualità di emergere tra i nomi noti, parliamo in questo caso di THL T11.

Il dispositivo in questione si propone come degna alternativa ai più blasonati Samsung Galaxy Note 3, HTC One Max ed LG G Pro 2, potendo avanzare una scheda tecnica anche superiore, già sulla carta, grazie all’integrazione di: un processore MTK6592W con CPU Cortex-A7 octa-core da 1,7 GHz associato a 2 GB di memoria RAM e 16 GB di storage interno, espandibile con memoria microSD, il tutto contenuto in una scocca dalle dimensioni particolarmente contenute, circa 144 x 70 x 8.4 mm, che includono anche il display da 5 pollici con risoluzione da 1280 x 720 p.

Il THL T11, come da prassi dell’azienda THL, si propone come uno dei top di gamma del proprio portfolio e dell’intero panorama smartphone dotandosi anche un vasto supporto di connettività, tra le quali non mancano WiFi, 3G, Bluetooth, GPS, NFC ed il modulo Dual-SIM, tipico dei principali smartphone cinesi ma poco diffuso nei modelli europei, oltre ad un completo corredo multimediale capace di offrire garanzie anche nel settore fotografico grazie a due obiettivi, l’anteriore ed il posteriore, rispettivamente da 5 ed 8 megapixel.

L’esperienza offerta dal dispositivo è inoltre garantita dalla certificazione firmware, per l’utilizzo del Google Play Store e delle Google Apps, essendo equipaggiato con Android 4.2 al fine di garantire la massima qualità di utilizzo, nei vari campi quali gaming, chat ed altri, proponendosi come un device universale e capace d’interfacciarsi con l’utente in circa 8 lingue diverse, il tutto ad un prezzo particolarmente contenuto di 163 euro capaci di renderlo, nel confronto coi phablet sopracitati, il migliore nel rapporto qualità prezzo. Per maggiori dettagli vi rimandiamo alla scheda prodotto: