Samsung Galaxy Tab S: emersi casi di deformazione delle scocche al calore

Emergono, all’orizzonte, nuovi problemi per Samsung che sta vivendo un 2014 sicuramente non felice sia sul piano dei risultati di vendita che su quello di sviluppo, ed in particolare, dopo i vari episodi di batteria difettose, principalmente legati a lotti del Galaxy S4, a creare problemi stavolta è il segmento tablet con il Samsung Galaxy Tab S protagonista di singolari deformazioni delle scocche posteriori a causa del calore prodotto durante l’utilizzo, come segnalato da molti utenti.

Il problema, secondo anche quanto riferito dal portale Hi-Tech.Mail.Ru, che ha pubblicato anche delle foto come testimonianza tangibile delle deformazioni alle quali andrebbe incontro il Samsung Galaxy Tab S, sarebbe dovuto ad un problema di surriscaldamento processore, ovvero l’Exynos 5420 proprietario del colosso coreano, incapace, secondo anche quanto dimostrato dai test, di reggere la potenza di calcolo richiesta per l’esecuzione di qualsiasi funzione sul display, che vanta una risoluzione di 2560×1600 p., un problema, quelle del peso degli schermi di ultima generazione, emerso anche sull’LG G3, che perde in prestazioni a causa del QHD, ma che nessuno dispositivo aveva sofferto con la deformazione delle scocche.

Il reclamo, che oramai pare aver colpito un numero considerevole di esemplari, confermando i problemi a livello di progettazione più che un semplice difetto di alcuni modelli di Samsung Galaxy Tab S, non ha ancora ricevuto alcuna risposta da Samsung che al momento resta in silenzio rispetto le accuse mosse, probabile che a giorni possa esser rilasciata qualche dichiarazione ufficiale di facciata per annunciare almeno l’avvio delle indagini sul dispositivo e certificare le responsabilità sui modelli.