LG: in arrivo un G Watch stand-alone con funzionalità di chiamata

Il mercato dei wearable devices, che sino ad oggi ha offerto principalmente, relativamente al grande pubblico, soltanto gli esempi, non proprio attraenti, dei Gear di Samsung, potrebbe invece essersi appena posizionato su di una rampa di lancio verso una fase di sviluppo e competizione tra aziende, in particolare grazie ad Android Wear, che ha caratterizzato e mosso la crescita del settore smartphone delineando le medesime previsione d’espansione.

In particolare, tra i vari produttori, proprio LG potrebbe trarne maggiore giovamento, l’azienda coreana, che vive un momento felice forte dei riconoscimenti per i propri prodotti, oltre che dell’incremento di vendite generali, starebbe pensando di accompagnare l’attuale LG G Watch con una versione analoga ma dotata di alcune nuove funzionalità, come la possibilità di condurre chiamate ed inviare messaggi senza dover esser collegato allo smartphone, ovvero proprietà tipiche dei prodotti stand-alone.

lg-hybrid

Uno smartwatch con funzionalità di chiamata rappresenta forse uno dei primi passi per rendere concreto il settore dei wearable, attualmente sottoposto a forti critiche per gli eccessivi costi dei propri prodotti, a meno che non vi orientiate agli smarwatch cinesi, non giustificati però dalle funzionalità offerte e vincolate al possesso di uno smartphone, questione che prima di LG era stata analizzata da Samsung, dovendo però abbandonare il progetto, almeno si suppone, a causa del blocco investimenti dovuto all’attuale crisi finanziaria.

lg-hybrid-1

Vedremo se l’azienda coreana sarà quindi la prima a poter conseguire questo traguardo di sviluppo nel settore, per adesso gli elementi in possesso sembrano confermare questa direzione avvalorati anche dal brevetto ufficiale presentato da LG per la sua realizzazione, in tal caso, uno smartwatch capace di telefonare autonomamente, sarebbe al centro dei vostri acquisti?