MEGA-logo

Come visitare MEGA e gli altri siti bloccati in Italia

Nel fine settimana la Procura di Roma ha messo un ordine di blocco per 24 siti con l’accusa di favorire la pirateria in rete, tra questi ci sono anche noti servizi tra cui il cloud storage MEGA. Al momento, l’accesso a tali siti dall’Italia risulta bloccato, ma oggi vedremo come aggirare tale limitazione ed accedere a MEGA ed agli altri siti web.

Il blocco è scattato a seguito della segnalazione di un produttore indipendente, e la Procura ha imposto il blocco ai sensi dell’art. 171 ter, comma 2 della legge sul diritto d’autore. Sono finiti all’interno del provvedimento 24 siti, tra cui MEGA, un servizio di cloud storage molto utilizzato grazie al servizio offerto gratuitamente ed allo spazio su web da 50 GB disponibile per ogni utente.

Potrebbe anche essere che qualcuno, tra i propri file caricati su MEGA, abbia messo del materiale pirata, ma lo scopo fondamentale del servizio è quello di fornire un servizio di cloud storage agli utenti, che possono così archiviare file utili al proprio lavoro o tempo libero. Il provvedimento è stato ampiamente criticato dagli addetti ai lavori, ecco le parole di Fulvio Sarzana, avvocato specializzato in diritto d’autore, sul provvedimento:

L’operazione della Procura di Roma mette in luce ancora una volta l’inutilità del Regolamento AGCOM sul diritto d’autore, entrato in vigore il 31 Marzo scorso e che sino a qui, su 108 segnalazioni, ha prodotto il risultato di inibire solo 5 portali che sarebbero dediti alla Pirateria (il 2,5% delle istanze presentate)

Per aggirare questo blocco, e poter accedere nuovamente ai propri file archiviati su MEGA, dovete modificare  le impostazioni di connessione ed inserire come DNS 8.8.8.8 o 8.8.4.4.