google-io-14

Google I/O: tutte le novità riassunte in un unico articolo!!

Nella serata di ieri si è tenuto l’evento Google I/O che vi abbiamo dato la possibilità di seguirlo in diretta streaming direttamente sulle nostre pagine. Se qualcuno però si fosse perso tale possibilità, ecco che oggi andiamo a vedere quali sono state le principali novità presentate da Google in tale sede, partendo da Android L, la nuova major release del sistema operativo mobile, ad Android Auto, Android TV e molto altro ancora.

Android L

Android-L

Lo avevamo anticipato da qualche giorno la presentazione della nuova major release del sistema operativo mobile per smartphone e tablet, e questa volta si tratta davvero di un grosso aggiornamento che introduce moltissime novità, a partire dall’interfaccia, molto più flat e denominata “Material design” che andrà a contraddistinguere non solo l’OS Google ma anche i principali servizi che ruotano attorno ad esso. Tantissime le novità anche in termini funzionali, con nuove animazioni, un sistema di notifiche rivisto in stile Heads Up, nuove funzioni per il risparmio della batteria ed ottimizzazione delle prestazioni che favoriscono maggiore velocità di utilizzo sui dispositivi finali, questo è solo un assaggio delle potenzialità del nuovo Android L, maggiori informazioni le potete trovare direttamente sul sito web dedicato.

Android L sarà disponibile da oggi agli sviluppatori Google, mentre il suo rilascio dovrebbe avvenire entro la fine del 2014, tale nuovo sistema introduce inoltre la compatibilità con i dispositivi con tecnologia a 64-bit.

Android Wear

Android-Wear

Abbiamo già imparato a conoscerlo nel corso degli ultimi mesi, si tratta del nuovo sistema operativo Google dedicato al mondo dei device indossabili, molto semplificato ma comunque funzionale, che permetterà di avere sugli smartwatch una vasta gamma di funzionalità accessibili mediante i comandi vocali di Google Now. Il sistema permetterà di leggere SMS, controllare la musica e tante altre funzioni grazie alla connessione via bluetooth LE, non che andrà a monitorare e mantenere registrati i dati relativi al fitness ed alla salute dell’utente. Durante il Google I/O sono stati mostrati anche i primi dispositivi che monteranno tale nuovo sistema operativo:  LG G Watch, Samsung Gear Live e Motorola Moto 360.

Android TV

Android-TV

Ricorda un pò la vecchia Google TV, ed a tratti riprende qualcosa del Chromecast, si tratta della nuova piattaforma dedicata all’home entertainment made in google, essa permetterà di  accedere a numerosi servizi come Netflix, Google Play e YouTube e non solo. Android TV supporta inoltre i giochi, grazie ad un controller apposito molto simile a quello utilizzato dalle console con cui potrete cimentarvi nei titoli presenti sul Play Store che permettono gioco singolo o in modalità multiplayer. Tramite Google Cast potrete trasmettere contenuti direttamente dal vostro device mobile alla televisione, Android TV sarà utilizzata nei futuri televisori di Sony, Sharp ed altre marche, ma al momento non si hanno dettagli sui paesi di distribuzione ne tantomeno su quando tale novità sarà disponibile.

Android Auto

Android-Auto

Android ci seguirà davvero ovunque, anche nelle nostre automobili grazie al nuovo Android Auto, sistema che permette di far interagire i nostri device con i sistemi multimediali che verranno installati sulle automobili di prossima uscita. Tante sono le funzioni che permette tale sistema, a partire dalla navigazione con Google Maps, ma anche musica anche in streaming grazie ad app  come Google Play Music, Pandora e Spotify. anche qui c’è il supporto di Google Now, che permette di avere oltre ai classici comandi al volante anche quelli vocali per gestire l’intero sistema Android Auto, mentre avrete anche la possibilità di utilizzare moltissime applicazioni che saranno ottimizzate con tale nuovo servizio. Potete trovare maggiori informazioni direttamente sul  sito web dedicato.

Google Fit Platform

Google-Fit-Platform

Si tratta della nuova piattaforma Google dedicata al mondo del fitness, un kit di API riservate agli sviluppatori che avranno modo di raccogliere i dati delle loro applicazioni per condividerne con altre e di raccoglierne da dispositivi diversi. Al progetto faranno parte moltissime aziende tra cui Nike, Adidas ed altre ancora.