Diritto all'oblio: come rimuoversi dai risultati di ricerca di Google

Diritto all’oblio: come rimuoversi dai risultati di ricerca di Google

Grazie ad una una sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea da ora i cittadini possono pretendere che i motori di ricerca tolgano tutti i riferimenti alla propria persona presenti sulle loro pagine, in modo che il proprio nome non venga più associato a nessun risultato in uscita. Questa novità viene chiamata diritto all’oblio, e tutti i motori dovranno adeguarsi a tale disposizione, anche Google, che ha già messo in atto le modalità con cui richiedere tale possibilità, vediamo come fare.

Google ha messo online una pagina dedicata con cui gli utenti potranno presentare la propria richiesta di adesione facendo rivelare il proprio diritto all’oblio, una sorta di richiesta di far cadere i dati riferiti alla propria persona nel dimenticatoio del web, ma Google ha interpretato questa richiesta non in modo automatico, ovvero una volta esercitata la richiesta non verrete in automatico cancellati, ma bensì il tutto verrà valutato da Mountain View stessa, esaminando caso per caso, e solo dopo verrà presa la decisione se rimuovere i link desiderati o lasciare tutto così com’è per tutelare l’interesse all’informazione pubblica.

Si tratta di una vicenda delicata di cui sentiremo ancora parlare in futuro, anche perchè nei primi giorni di messa online di tale servizio sono state ben 12.000 le richieste avanzate a Google per aderire a questo diritto all’oblio.