Come creare applicazioni Android

Come creare applicazioni Android in men che non si dica con AppMakr

 

Al giorno d’oggi per creare applicazioni compatibili con i principali dispositivi mobili non bisogna per forza essere dei programmatori, visto che ci sono su internet svariati servizi web based in grado di aiutarti nel tuo obiettivo. Sia ben chiaro che questo non vuol dire che non bisogna studiare i linguaggi di programmazione. Tutt’altro! Tra i servizi utili ti segnalo AppMakr, il cui slogan “No Coding Required … Thousands of mobile apps built for free, by people like you” è facilmente traducibile per chi conosce un po’ d’inglese. Vediamo come creare applicazioni Android in men che non si dica.

Inizia effettuando l’accesso sulla homepage di AppMakr e scegli il nome dell’applicazione che intendi creare. Il testo va inserito all’interno del campo “Enter your app’s title here”, come vedi nello screenshot.  Un semplice click sul pulsante azzurro “Create” ti permetterà di accedere in una nuova finestra dove dovrai loggarti gratuitamente tramite le tue credenziali Google, Facebook, Twitter o Yahoo! e scegliere la lingua.

Purtroppo manca l’italiano, ma questo è l’ultimo dei problemi. Seleziona il linguaggio dal menù a tendina (ndr Ti suggerisco “Inglese”) e a questo punto, come vedi dallo screenshot in alto, ti basta compilare i campi dell’apposito modulo e a cliccare su “Next Step” (tasto giallo).

La creazione dell’applicazione Android avviene online, semplicemente selezionando gli elementi di tuo gradimento che puoi spostare nel progetto tramite drag & drop (trascinamento via mouse). Quelli a cui la maggior parte degli utenti di AppMakr non rinunciano mai sono tutti messi in primo piano: la sezione “Common Functions” include il calendario e le news, mentre la condivisione sui social network (Facebook, Twitter, Google Plus, Instagram, Pinterest e non solo) avviene grazie alla sezione “Social Feeds”.

Se poi desideri aggiungere all’interno del progetto le notizie della Rete, puoi fare affidamento alla sezione “News & Blogs”, mentre la sezione “Photo & Videos” ti offre l’opportunità di aggiungere immagini, filmati e altri contenuti multimediali.

Affinché tu possa creare applicazioni Android degne di note, devi saper scegliere dove posizionare gli elementi selezionati. Per questo scopo c’è il box “Specs/Info”. Infine, visto che il livello di personalizzazione che ti offre AppMakr è davvero elevato, non poteva mancare l’opportunità di cambiare la grafica (box “Appareance”), lo sfondo (box “Backgrouds”), le icone (box “Icons”) e dulcis in fundo lo stile del titolo (box “Header”).

Prima di ultimare la procedura, ti suggerisco di controllare passo dopo passo le azioni che stai svolgendo premendo il pulsante “Live Preview”. L’ultima azione consiste nell’inserimento dell’indirizzo internet nella barra degli indirizzi del browser. Quando l’avrai raggiunta potrai procedere alla  pubblicazione dell’applicazione sull’App Makr Store. Tutto avviene gratuitamente e senza bisogno di scrivere codici per programmatori. Se invece vuoi permettere il download e l’installazione ai possessori di dispositivi Android rilasciando il tuo lavoro sul Play Store, bisogna pagare 9 dollari ogni mese.

Per concludere la procedura su come creare applicazioni Android in men che non si dica con AppMakr, come ti sarai reso conto leggendo questa guida, tutto avviene in maniera immediata grazie alla presenza di elementi incorporabili all’interno del proprio progetto attraverso il metodo del drag & drop. Non occorre essere programmatori per creare applicazioni con AppMakr. Provare per credere! La stessa guida vale anche per iPhone, visto che c’è compatibilità anche con l’App Store.

  • Fabio Foderà

    Ottima è davvero utile, ma non riesco a modificare le voci di menù…. Sapete come fare?