Cider: al via il progetto per trasportare le app iOS su Android [Video]

Non di rado si assiste al porting di applicazioni da una piattaforma mobile ad un’altra, con Android protagonista alla luce della ricchezza di titoli presenti all’interno del Google Play Store, eppure in molti, pur non appezzandone il funzionamento e l’esperienza utente, sarebbero lieti di poter visionare alcune app iOS su Android, in particolare per servizi come iMessage, FaceTime, oppure la recentissima Facebook Paper, tutti titoli che non hanno ancora seguito l’estensione di compatibilità vissuta da Instagram e Retrica ma che grazie a Cider potrebbero presto essere abilitati al funzionamento sull’OS del colosso di Mountain View.

Il progetto, realizzato dal Dipartimento d’Informatica della Columbia University, punta infatti alla realizzazione di un meccanismo di porting efficace non basato sul concetto di virtual machine, bensì sull’utilizzo di un sistema capace di rendere compatibile il codice durante la fase di adattamento senza però limitare, vista la natura dell’applicazione originaria per iOS, l’accesso alle risorse Android, quindi ricorrendo ad un lavoro sponda tra i due OS.

I risultati conseguiti da Cider sono stati illustrati in un video molto esaustivo sulle potenzialità del servizio, sebbene, prima di una diffusione con la liberalizzazione del codice ai vari sviluppatori, bisognerà comprendere eventuali ripercussioni legali che Apple potrebbe richiedere, la competizione con Android è infatti serrata e visti anche gli ultimi andamenti sulla distribuzione, con la propria crescita in calo rispetto all’incremento registrato dall’OS Google, tale notizia potrebbe non essere ben accolta dai dirigenti dell’azienda di Cupertino.