Play-Store-icona

Antitrust apre inchiesta sui contenuti Freemium degli store di Google, Amazon ed Apple

Il garante sulla concorrenza, Antitrust, ha avviato in questi giorni una formale inchiesta relativamente ai principali store di vendita per contenuti per dispositivi mobili che sono presenti in Europa. Sotto la lente sono finite le applicazioni ed i giochi che vengono chiamate Freemium e che sono scaricabili gratuitamente ma che vedono al loro interno contenuti di tipo in app purchase.

I principali store di vendita europei posseduti da Google, Amazon ed Apple, ed anche il produttore di giochi Gameloft sono finiti sotto la lente di ingrandimento del garante che vuole accertare se vi siano pratiche commerciali scorrette all’interno di alcuni contenuti presenti nei loro store digitali. Secondo il garante, i consumatori verrebbero tratti in inganno da questi contenuti, che negli store prendono il nome di Freemium, in quanto risultano scaricabili gratuitamente, ma che presuppongono poi acquisti in app purchase al loro interno che permettono di godere ed utilizzare appieno il titolo scaricato.

Ai distributori viene inoltre contestata la poca informazione, al momento dell’acquisto, che viene data sugli acquisti successivi e la difficile possibilità di limitare o escludere tale modalità di acquisti all’interno delle applicazioni o giochi. L’inchiesta dell’Antitrust è stata appena inviata, potremo vedere i risultati di tale procedimento nel corso dei prossimi mesi.