HTC One M8: l’autore delle foto leaked arrestato e sottoposto a processo penale

Tempi duri per l’informazione e per i rumors, ciò almeno stando alle novità giunte da Taipei dove l’uomo responsabile della fuga di notizie in rete in merito all’HTC One M8, ovvero i primi scatti leaked del device, circa un mese prima dell’evento di Londra, è stato arrestato dalle autorità competenti con le accuse di violazione del Copyright Act e del Trade Secrets Act e sarà sottoposto, presto, a processo penale col rischio di vedersi convalidata una pena reclusiva a 5 anni.

Le indagini sarebbero state avviate su richiesta esplicita di HTC, la quale ha richiesto anche una sanzione pecuniaria, a danno d’immagine, pari a 331,240 dollari, con lo scopo di fornire una dimostrazione a chiunque volesse tentare in futuro di ripetere il gesto alla presentazione di un nuovo device. Non è la prima volta che si assiste ad una presa di posizione così forte da parte di uno dei principali produttori di smartphone del settore, prima di HTC anche Samsung aveva denunciato un giornale per alcune notizie ritenute lesive nei confronti del nuovo Samsung Galaxy S5.

HTC non ha diffuso alcun comunicato in merito all’arresto dell’uomo, attualmente sotto custodia della polizia taiwanese, eppure l’episodio non sta mancando di suscitare clamore visto il tipo di conseguenze associate alla rivelazione di semplici scatti che hanno anticipato il design dell’HTC One M8.

  • leodis

    HTC non ha fa preoccuparsi troppo tanto con quella fotocamera non lo avrei comprato