HTC One M8: barato nei test di benchmark, ma HTC si discolpa

Non è la prima volta che sentiamo parlare di pratiche scorrette all’interno dei test di benchmark, meccanismi, per la valutazione dei dispositivi, utili per dei confronti di riferimento ma che mai hanno garantito l’effettiva classificazione prestazionale degli stessi, aspetto per il quale è sempre consigliabile una recensione ed un confronto diretto visti i miglioramenti e peggioramenti che le ottimizzazioni software possono generare, eppure barare in queste pratiche, alla luce di ciò, porta spesso a riflettere.

Dopo il caso di Samsung, stavolta nell’occhio del ciclone è finita HTC col suo nuovo HTC One M8 per il quale sono stati alterati i test di benchmark facendolo risultare migliore di qualsiasi altro device del settore attualmente presente sul mercato. Il dubbio, quasi una certezza, era sorta in occasione dei test di AnTuTu, nei quali il dispositivo ha ottenuto risultati strabilianti ma non coincidenti con la versione del test realizzata per evitare pratiche scorrette, una sorta di prova del nove, col rovesciamento della medaglia, come visibile dai risultati.

test di benchmark htc

La risposta di HTC sulla vicenda non si è fatta attendere, nel giro pochissime ore l’azienda taiwanese ha infatti ammesso l’invalidità dei dati dei test di benchmark del suo HTC One M8 ma senza porsi il problema, in realtà persino discolpandosi additando la responsabilità alla “Modalità ad Alte Prestazioni” che, in modo automatico, utilizzerebbe, a seconda dell’app lanciata e nel caso dei test di AnTuTu, il libero e massimo utilizzo delle risorse hardware del device per garantire le migliori prestazioni possibili:

I test benchmark determinano le massime prestazioni della CPU e della GPU ed, in modo simile ad un’auto sportiva ad alte prestazioni, i nostri ingegneri ottimizzano a seconda delle condizioni di utilizzo per produrre le migliori prestazioni possibili. Se qualcuno volesse aggirare questa ottimizzazione per i benchmark, allora potrebbe farlo poiché ci sono i mezzi per farlo, ma non è stato questo il caso“.

Nonostante ciò HTC ha voluto precisare come l’ottimizzazione del suo HTC One M8 sia dedita al bilanciamento tra prestazioni ed autonomia, motivo per il quale ben presto sarà fornito un’aggiornamento di sistema per rendere disponibile la  “Modalità ad Alte Prestazioni” nel pannello impostazioni, lasciando ai singoli utenti la libera scelta tra risparmio energetico o massime prestazioni a seconda delle necessità.