OnePlus One: Kondik rivela l’esordio di una nuova CyanogenMod

Nonostante il primo vero e proprio dispositivo CyanogenMod sia l’Oppo N1, il vero smartphone da considerare come tale, poiché dotato esclusivamente della ROM del noto team di modding, sarà il OnePlus One, primo device realizzato dall’omonima azienda fondata da Pete Lau, ex-vicepresidente di Oppo, in partnership con Steve Kondik, col quale è scattato da subito un feeling i cui frutti potranno essere ben presto ammirati.

Nell’attesa di poterlo visionare del tutto, proprio il neo CEO di OnePlus, Pete Lau, e Steve Kondik, hanno rilasciato alcune dichiarazioni pubbliche inerenti il futuro OnePlus One, fornendo interessanti indicazioni sul design, gli intenti associati, in ambito marketing, e soprattutto la fornitura software, con particolare interesse alla release CyanogneMod che sarà montata, la quale, secondo proprio Kondik, rappresenterà una svolta nella storia produttiva del team grazie ad uno stile innovativo ricco di nuovi elementi che miglioreranno ulteriormente l’esperienza utente da sempre garantita da CyanogenMod.

Oltre ciò, Lau si è focalizzato sul device ed il suo design, assicurando che l’obiettivo dell’azienda sarà conseguire un’immagine nel mondo Android, per forme e qualità del OnePlus One, simile a quanto fatto da iPhone con iOS, definendo il proprio dispositivo esteticamente inferiore forse soltanto a quest’ultimo, ma non ad alcun’altra alternativa attualmente presente sul mercato. Indiziche non fanno che accrescere le aspettative per quello che si propone come uno dei modelli più interessanti del 2014.