Samsung Galaxy S5: smentito lo scanner oculare, si lavora sul Touch ID

Tra i punti chiave del futuro dei mobile devices di Samsung l’aspetto inerente la sicurezza sembra esser divenuto fondamentale, al punto che le vie per assicurare tale funzionalità sono ancora molto dibattute tra i vertici interni ed il futuro del Samsung Galaxy S5 appare, in questo senso, ancora avvolto dall’incertezza.

Dopo aver smentito nel periodo di Settembre l’ipotesi d’adozione per i propri devices, dello scanner d’impronte digitali, basti ricordare come già il Samsung Galaxy Note 3 avrebbe dovuto vantarlo salvo eliminarlo all’ultimo minuto, negli ultimi tempi per il Samsung Galaxy S5 si è  fortemente vociferato dalla possibilità che il colosso coreano sia al lavoro su di uno scanner oculare per sorprendere l’intero ambiente. Sebbene l’ipotesi appaia suggestiva, sin dall’inizio si è accompagnata a forti dubbi di natura attuativa dovuta alle difficoltà tecnologiche, essendo una tecnologia ancora acerba nell’ambito dello sviluppo, oltre che economiche, venendo a costare troppo per un devices che, seppur top di gamma, deve contenersi entro determinate soglie.

A quanto pare, stando alle parole del CEO di Fingerprint Cards, società svedese specializzata proprio in questo settore, Samsung avrebbe convenuto delle difficoltà tornando sui suoi passi e lavorando per produrre nel 2014 un device con Touch ID, ovvero scanner d’impronte digitali, che visti i tempi e l’oramai notorietà della tecnologia già adottata da Apple ed HTC, sarà sicuramente presente sul Samsung Galaxy S5, chiudendo un capitolo che aveva creato non poche discussioni nell’ambiente tecnologico.

  • Pingback: Samsung Galaxy S5: smentito lo scanner oculare, si lavora sul Touch ID | News | Senza Limiti()