Moto G: lo storage interno è una semplice microSD

Il nuovo Motorola Moto G è da poco giunto in via ufficiale sul mercato italiano conquistandosi le attenzioni di una nutrita fetta di utenti che apprezzano il lavoro condotto dall’azienda statunitense che ha saputo dar vita ad un dispositivo dal costo altamente contenuto ma dalle specifiche ottimali, specialmente per una fascia di mercato medio-bassa.

Molto del lavoro svolto da Motorola però potrebbe esser rivalutato alla luce di alcune “scoperte” effettuate sulla sua configurazione hardware dal portale tedesco areamobile.de che ha ha disassemblato il Moto G facendo venire alla luce dettagli alquanto sorprendenti sulle scelte condotto dall’azienda dal marchio alato, che spiegano anche in parte la possibilità di ridurre i costi. Tra le novità che hanno sorpreso, oltre alla semplicità nella fase di disassemblaggio che vanta il Moto G, spicca sicuramente lo storage interno, proposto in due versioni da 8 e 16 GB che risulta composto da una semplice microSD.

La scheda di memoria è saldata alla scheda madre, secondo quanto sostenuto da Motorola la sua sostituzione non favorirebbe automaticamente l’espansione di memoria poiché, essendo assente un hard disk di base sul quale salvare il sistema operativo, quest’ultimo e le sue funzionalità sono state implementate sulla microSD del Moto G e neppure un semplice backup ne consentirebbe l’utilizzo. La scoperta permette di avere un quadro maggiormente completo sullo sviluppo del dispositivo che appare molto più economico di quel che si potesse pensare a priori.

Via.

  • biciobill

    Ma a che servono tanti blog se gli articoli sono sempre gli stessi? Scrivete d’alteo, oppure pagatevi un buon ghostwriter…