LG G2: azienda in perdita nel Q4 2013, il Nexus 5 non aiuta

Negli ultimi giorni i focus finanziari su LG hanno svelato un quadro abbastanza complesso, l’azienda è molto lontana da uno status di crisi eppure, nonostante i grandi passi in avanti conseguiti negli ultimi due anni dall’avvio della partnership con Google, sia sul piano di sviluppo che dell’immagine del brand, le vendite procedono a rilento e fanno registrare segni negativi.

L’LG G2, ultimo prodotto dell’azienda coreana ad oggi riconosciuto universalmente come il miglior smartphone sulla piazza, con buona pace di HTC One e Galaxy S4, si è posto, per numero di vendite, ben al di sotto di questi ultimi due, destando forti preoccupazioni tra i dirigenti di LG, questione discussa già in un articolo precedente. L’entità delle vendite resta ad oggi però poco chiara, soltanto nelle ultime ore si era vociferato di una vendita poco al di sopra dei 2 milioni di esemplari, la verità sarebbe poco distante da quanto affermato e l’LG G2 avrebbe quindi venduto a malapena 3 milioni di unità, di cui ben 900.000 soltanto in Corea.

Dai 10 milioni di esemplari che LG si è proposta di vendere il passo è molto lungo ma non dovrebbe esser considerato del tutto negativo in senso assoluto, se si pensa però agli investimenti nell’ambito marketing per pubblicizzare il devices, il quadro si complica notevolmente registrando ad oggi una probabile perdita nel Q4 2013, dati che scopriremo nel prossimo anno ed ai quali neppure le vendite del Nexus 5 sembra riusciranno a porre rimedio al disastro verificatosi finanziariamente con l’LG G2.