HTC One Mini: ribaltato il decreto ingiuntivo in UK, reimmissione a breve sul mercato

HTC si appresta a concludere il 2013, anno segnato da alcuni successi ma fin troppi problemi, con una nota positiva, è stato infatti vinto il ricorso in appello contro il decreto ingiuntivo che in UK aveva vietato la vendita dell’HTC One Mini, sentenza emessa a seguito della causa che ha visto protagoniste l’azienda taiwanese e Nokia in un contenzioso per la violazione di alcuni brevetti inerenti la tecnologia dei microfoni adottata dai device della famiglia One.

Si tratta ovviamente soltanto di una fase di tregua che consentirà però ad HTC di poter respirare, in particolare sul mercato dove il momento non è certamente favorevole e l’HTC One Mini, come anche l’HTC One, nonostante le ottime potenzialità espresse, non riesce a vedere un numero soddisfacente di unità, discorso analogo che sta affrontando anche LG col suo LG G2 seppur con problematiche aziendali diverse. Nei prossimi mesi, come annunciato dallo stesso colosso taiwanese, si procederà nell’iter processuale per difendere i propri dispositivi dall’attacco di Nokia, aspetto chiave visto che le decisioni che ne deriveranno, incideranno anche sul business plan ed il lancio di futuri devices.

Qualora, infatti, venisse in ultimo grado riconosciuta la violazione del brevetto contestato da Nokia, HTC si troverebbe costretta a ritirare dal mercato non solo l’HTC One Mini, ma anche l’HTC One, essendo stati concepiti dal medesimo progetto, tutti ad eccezione dell’HTC One Max sviluppato diversamente, e tale situazione, come già accennato in un articolo precedente, potrebbe spingere al lancio anticipato dell’HTC M8, ovvero l’HTC One 2014, modello di seconda generazione della serie.

In quest’ultimo scenario, il device si troverebbe, con le medesime tempistiche di lancio, a scontrarsi col suo competitor principale, il Samsung Galaxy S5, anch’esso lanciato in anticipo, ma per motivi diversi, riproponendo un duello che la prima volta ha visto vincere HTC, sebbene alla fine in termini di vendite, Samsung continui a dominare, non resta quindi che attendere gli sviluppi della vicenda per capirne il futuro.