Samsung: nuovi scontri con Apple stavolta a causa di Nokia

Soltanto la settimana scorsa Steve Wozniak, co-fondante di Apple, aveva rilasciato un’intervista nella quale, oltre ad auspicarsi una partnership con Google, aveva descritto i problemi legali legati all’attuale gestione dei brevetti all’interno del settore tecnologico, lanciando una chiara frecciatina a Samsung con la quale i rapporti, nonostante la fornitura di materiali hardware, non sono idilliaci.

Il colosso coreano si è reso proprio negli ultimi giorni protagonista di un nuovo e spinoso caso di spionaggio industriale che potrebbe costarle, secondo l’opinione del giudice Paul Grewal che ha già invitato l’azienda a presentare gli appositi documenti per la propria difesa, una pesantissima multa economica, motivo del contendere tra Samsung ed Apple sarebbe stata stavolta Nokia. A quanto pare, nonostante l’acquisizione da parte di Microsoft, l’azienda finlandese avrebbe alcune trattative aperte dal 2012 con aziende esterne, una di queste è quella di Cupertino, fattore che sarebbe andato contro gli interessi di Samsung che, approfittando di alcune concessioni in materia legale, nel dettaglio potendo visionare alcuni dettagli degli accordi stipulati tra le due controparti, avrebbe tentato di sfruttare la situazione per acquisire, in modo illegale, una posizione di dominio nei confronti di Apple nella trattativa con Nokia.

Il reato commesso da Samsung consisterebbe nell’esposizione di documenti riservati a consulenti, impiegati e legali esterni non autorizzati dal Tribunale a prendere visione di tali accordi, delineando quindi un’articolato piano per l’elaborazione di strategie di trattative nei confronti di Nokia avvalendosi d’informazioni riservate che sono state rese disponibili per altre motivazioni.

Via.

  • M3mento

    siamo ai soliti battibecchi legali..secondo me in alcuni casi le restrizioni legali non lasciando spazio al libero mercato e all’evoluzione, in questo contesto, della tecnologia mobile!

    • Condivido pienamente quanto detto da te, Wozniak aveva ragione su questo aspetto, è opportuno difendere tempistiche e proprietà intellettuali, però si cerca di fare troppo difensivismo, limitando lo sviluppo. Certo è anche vero che in questo caso specifico, Samsung avrebbe tentato ingiustamente di carpire informazioni segrete per sottoporre a Nokia accordi migliori, il discorso di predominanza sleale non fa una piega.