Samsung: tramonta l’update per i SoC di Galaxy S4 e Note 3

Arrivano nuove e non positive notizie in merito al futuro dei Samsung Galaxy S4 e Samsung Galaxy Note 3, in particolare inerentemente ai processori per i quali da tempo si vocifera di un update per aumentarne la funzionalità sfruttando l’architettura strutturale al massimo delle sue capacità.

Come in molti sapranno i devices in questione presentano dei SoC con tecnologia big.LTTLE, ovvero degli octa-core divisi in due gruppi quad-core dal lavoro indipendente col uno gruppo impegnato nei calcoli leggeri, ovvero utile per i normali utilizzi ottenendo un buon risparmio energetico, e l’altro gruppo supplementare per calcoli più stressanti sommandosi al primo. La possibilità di poter sfruttare tutti i processori contemporaneamente era stata vagliata da Samsung, sebbene poi accantonata in fase di sviluppo a causa dei rivestimenti termici ritenuti non adeguati all’eccessivo sviluppo di calore che l’attività simultanea avrebbe generato.

Nonostante quindi un leggero dietro-front che aveva visto nell’ultimo periodo annunciare un possibile update per poter sfruttare l’architettura del SoC nella sua integrità, nuove notizie giunte da un tecnico appartenente al dipartimento di Samsung Mobile Solutions, avrebbero confermato il nuovo abbandono dell’idea da parte del colosso coreano a causa dei rischi che tale update potrebbe avere sui devices.

Nulla da fare quindi per i Samsung Galaxy S4 e Samsung Galaxy Note 3 che non potranno diventare dei veri octa-core, nonostante tecnicamente presentino tale possibilità.