Samsung: si pensa ad un device con display flessibile, come LG

Samsung non vuol restare indietro nello sviluppo delle prossime tipologie di smartphone, in particolare con l’implementazione di display flessibili, una tecnologia nella quale il colosso coreano è all’avanguardia col progetto Youm, presentato al CES 2013.

Tali considerazioni avrebbero spinto l’aziende ad avviare la produzione di massa di display flessibili, il tutto, per i più informati, ricollegabile alla volontà di realizzare un nuovo smartphone dotato di questa nuova peculiarità che, a scapito delle speranze di molti, non sarà il Samsung Galaxy S5 bensì una nuova famiglia di devices che dovrebbe fare da apripista per questa tipologia di dispositivi sul mercato, potendone valutare gli andamenti sia economici, in termini di vendite, che qualitativi, in termini di resa e performance.

L’idea in realtà sarebbe scattata a seguito dell’interesse mostrato da LG, analogamente a buon punto con lo sviluppo dei display flessibili, per lo sviluppo di un phablet dotato di questa caratteristica, dettaglio di non poco conto e che dovrebbe dar vita ad una corsa al primato per un settore del tutto nuovo, similmente a quanto fatto per quello dei dispositivi indossabili, come gli smartwatch.

Samsung al momento avrebbe, in sede di progettazione, un solo problema inerente la batteria, sia in termini di autonomia energetica che di posizionamento, essendo appunto un’elemento inflessibile, ma pare che gli ingegneri vi stiano lavorando con un certa urgenza.