Samsung Galaxy S5: probabile la presenza di un sensore oculare

Proseguono i rumors attorno al Samsung Galaxy S5, nelle ultime settimane sono varie le caratteristiche ipotizzate per il top di gamma dell’azienda coreana che dovrà sostituire il Samsung Galaxy S4, evitando di commettere i medesimi errori che ad oggi l’hanno reso un flop nelle vendite.

Secondo voci provenienti da ambienti prossimi a Samsung, l’azienda starebbe pensando, come similmente a quanto si sarebbe voluto implementare nel Samsung Galaxy Note 3, ad un sistema di sicurezza che possa proteggere le informazioni contenute scindendo l’accesso e lo sblocco del proprietario da quello di utenti guest, per i quali determinate aree sarebbero inaccessibili.

La funzionalità è normalmente espressa tramite il noto sensore d’impronte digitali, poi accantonato per il Galaxy Note 3 ed utilizzato da molti dei principali competitors come iPhone 5S ed HTC One Max, ma la novità per il Samsung Galaxy S5 sarebbe l’utilizzo di un sensore di riconoscimento non ad impronte bensì oculare, come uno scanner della retina. Samsung vi starebbe infatti lavorando, volendo introdurre col suo prossimo top di gamma una novità che, similmente al sensore d’impronte, potrebbe esser seguita ed imitata da molte aziende.

La voce non è stata ovviamente confermata, lasciando un certo alone di dubbio sulla sua effettiva veridicità, considerando però l’impegno di Samsung nella ricerca e sviluppo di nuove soluzioni, ed il duro lavoro che si sta conducendo su KNOX, legato a questi discorsi, non sarebbe strano aspettarsi tali possibilità.