Samsung: avviata la produzione di massa di batteria curve

Dopo il lancio del Samsung Galaxy Round e la pubblicazione dei primi spot pubblicitari, il colosso coreano sembra intenzionato a puntare molto sul futuro dei display flessibili ed in particolare sulla produzione industriale dei devices a questi collegati.

Nell’ambito della progettazione dei display flessibili uno dei primi punti d’ostacolo per le maggiori aziende è sempre stata la componente strutturale montate del dispositivo, che dovrebbe, almeno nelle prossime serie, flettersi assieme agli stessi display, un aspetto problematico se si considera come le batterie abbiano dei limiti in tal senso. Il lancio del Samsung Galaxy Round rappresenta quindi il primo passo di sviluppo per batterie curve che il colosso coreano ha dimostrato di poter sostenere, al punto da voler diventare leader nel settore, anche per le forniture.

Secondo le ultime indiscrezioni Samsung avrebbe già avviato la distribuzione di massa di batterie curve non perché convinta di vendere tantissime unità del Galaxy Round bensì perché intenzionata a rivenderle alle principali competitors, come LG che ha recentemente annunciato l’LG G Flex, seguendo una linea che ben presto dovrebbe essere adottata da altri marchi globalmente, e proprio in quest’ambito Samsung punta a voler divenire l’unico produttore al mondo al quale rivolgersi per avere batterie curve di qualità ed affidabili.