Fingerprint-Card

Samsung acquista Fingerprint Cards azienda specializzata in biometria

Sull’onda dell’introduzione, da parte di Apple, del nuovo sensore di impronte digitali Touch ID sul nuovo iPhone 5S, anche i rivali del settore mobile si stanno adoperando per introdurre funzionalità biometriche sui dispositivi mobili. Giunge in rete da poco la notizia che il produttore Samsung ha acquisito a riguardo la società Fingerprint Card AB con un esborso di 630 milioni di dollari.

Dopo Apple i principali attori del settore mobile si stanno attrezzando per introdurre funzionalità di lettura delle impronte sui propri dispositivi. Si rumoreggia che HTC voglia introdurre un sistema simile sul dorso del prossimo HTC One Max, ed ora Samsung ufficializza l’acquista dell’azienda svedese specializzata in biometria denominata Fingerprint Cards AB, la quale produce una serie di moduli di sensori di impronte digitali che potrebbero quindi essere molto utili da introdurre sulle linea di prodotti Galaxy dell’azienda coreana.

Al momento dell’acquisizione Samsung non ha fatto nessuna citazione in merito all’utilizzo di tale nuova tecnologia biometrica, ma è dato quasi per scontato che il suo possibile impiego sia da cercarsi nel campo mobile, su smartphone e tablet, in modo da chiudere il gap di tecnologia rispetto ad Apple che ha introdotto tale funzionalità nel nuovo iPhone 5S. La cifra sborsata di 630 milioni di dollari è decisamente notevole, ma Samsung assicura, tramite il CEO Kwon Oh -hyun che: “la tecnologia dei sensori è fenomenale e sta per essere amata da milioni di persone in tutto il mondo , insieme creeremo il futuro”.