LG G Flex: nuovi dettagli emergono dalle versioni per operatori

Nonostante Samsung sia arrivata prima nelle presentazione di un modello con display flessibile, LG non demorde e continua il suo lavoro di sviluppo sul probabile LG G Flex, del quale sino ad oggi si sa ancora molto poco, ovviamente oltre alle intenzioni coreane di renderlo un modello unico nel suo genere.

Grazie alle versioni dedicati agli operatori mobile americani, notoriamente Sprint ed AT&T, si è venuti a conoscenza delle quasi certe specifiche tecniche, o almeno le principali della sua scheda hardware, permettendoci di avere un profilo del device che, tra le varianti internazionali e quelle dedicati agli operatori non differirà molto. Stando ai rumors si è qundi scoperto come l’LG G Flex vanterà: una processore Qualcomm Snapdragon 800 APQ8974 con CPU quad-core da 2,3 GHz associato a 2 GB di memoria RAM e storage interno da ben 32 GB, il tutto ovviamente in una scocca flessibile disegnata appositamente sul display da 6 pollici HD, sul quale ammirare le qualità della release di Android 4.2.2.

Da primo primo impatto è evidente l’intenzione di non limitarsi soltanto al lancio sul mercato di un primo device a marchio LG con display flessibile, bensì puntare da subito su di un top di gamma valutando rapidamente l’impatto che tale tecnologia potrà avere sul mercato, scelta diversa da quello che si era ipotizzato inizialmente ed indica una totale fiducia in questa nuova concezione di smartphone.