HTC: trimestre in perdita, crisi senza fine

Nonostante gli sforzi condotti negli ultimi mesi, a partire dalla realizzazione dell’HTC One, le cui vendite continuano ad essere contraddistinte dal segno positivo, e le nuove campagne marketing per rivitalizzare il brand, i rendimenti finanziari del colosso taiwanese continuano a registrare cali e perdite.

Questo è quanto evidenziatosi nell’ultimo trimestre reso ufficiale da HTC con una perdita netta di circa 74 milioni di dollari, un dato preoccupante che non migliora la posizione critica dell’azienda alle prese con eventi anche sfortunati e tutti coincidenti in una fase delle energie, oltre che gli investimenti, non consento di poter lottare su più fronti. Un colpo sicuramente duro è stata la scissione del marchio Beats Audio, con la perdita delle quote di compartecipazione, il 25%, avvenuto nelle ultime settimane e che certamente peseranno sulle future vendite smartphone.

Analizzando proprio il settore devices, HTC sembra perdere principalmente nel mercato entry level e di fascia media, dove l’attuale portfolio non riesce a fornire entrate sostanziali, un vuoto che da solo l’HTC One, nonostante gli ottimi risultati, non riesce a colmare e con l’arrivo di modelli più competitivi come l’LG G2, pare destinato a calare, nonostante il recente ribasso del prezzo di listino.

A questo punto il futuro e la speranza resta affidato all’HTC One Max, sebbene la crisi e la possibile acquisizione da parte di aziende terze, diventa un’ipotesi sempre più concreta.