Galaxy-Note-3-4

Samsung Galaxy Note 3: sarà dotato di una migliore gestione energetica

Il Samsung Galaxy Note 3, nonostante la presentazione ufficiale all’evento IFA di Berlino, continua a far parlare di sé e stavolta per quanto concerne le ottimizzazioni ottenute dal colosso coreano col suo particolare impianto hardware.

Dopo aver visionato i sorprendenti risultati ottenuti nei test di benchmark, condotti su di un esemplare espositivo per fugare i dubbi, a stupire stavolta sembra essere l’ottimizzazione ottenuta per quanto concerne il consumo energetico e l’autonomia in generale, come riportato da Webzine GigaOM, favorisce la batteria da 3.200 mAh facendola risultare perfetta per il device in questione, nonostante i dubbi di molti esperti in merito alla scelta di Samsung.

Il merito sarebbe dovuto in particolar modo al processore, nella versione LTE europea, Qualcomm Snapdragon 800 che sarà dotato di un chip definito “envelope tracker”, implementato per migliorare la gestione del consumo legata all’utilizzo delle connettività, ed in particolare della 4G, semplicemente amplificando il segnale in base alla necessità e non, come i normali devices fanno, in modo standard, il tutto ottimizzando il consumo ed evitando di sprecare risorse se non necessario. Ciò garantirebbe un’autonomia ottimale ed al pari della fama del suo predecessore, ovvero il Note 2 che di questo fattore ha sempre fatto il suo principale punto di forza.

Via.