Nuovi video promo per il FonePad Note 6 e per il MeMO Pad 8

Dopo questo IFA 2013 il mercato è stato letteralmente invaso da una serie di novità davvero interessanti che sicuramente daranno da pensare ai principali player del mercato degli smartphone e tablet Android che in questi anni hanno visto una rapidissima crescita di introiti. In special modo Samsung domina il mercato Android con i suoi device che sono presenti ovunque, gli smartphone coreani infatti si sono imposti in ogni settore dai top di gamma fino agli smartphone low cost. Tuttavia dopo l’evento di Berlino un nuovo player sembra voler sfidare Samsung nella sua egemonia e si tratta di ASUS.

In particolare ASUS con il suo FonePad Note 6 è l’unico vero rivale del Samsung Galaxy Note 3, si tratta di due device davvero impressionati come caratteristiche tecniche ma forse il device di ASUS ha qualche chance di vincere sul prodotto coreano. La feature che probabilmente gli assicura una vittoria di margine è l’uso di un processore x86 che permette sempre performance maggiori rispetto alla sua controparte ARM presente sul Note 3. Si tratta di un Intel Atom Z2580 dual-core a 2 GHz che è accoppiato con 2 GB di RAM, 16/32 GB di memoria interna, fotocamera da 8 megapixel e batteria da 3.200 mAh. Il FonePad Note 6 dovrebbe arrivare in Italia nelle prossime settimane ad un prezzo di 399€ dunque si apre ad un bacino di utenti molto più grande del Note 3 che viene venduto ad almeno il doppio del prezzo del device di ASUS.

Oltre al rivale del Note 3 ASUS ha anche presentato il nuovo MeMO Pad 8, tablet di cui abbiamo già parlato molto e che si presenta come diretto concorrente dell’Ipad Mini viste le sue dimensioni e la sua dotazione hardware. Il device è appetibile sopratutto a coloro che desiderano uno schermo abbastanza piccolo da essere portato in borsa con facilità ma sufficientemente largo da poter godere di un esperienza multimediale ottimale. Il MeMO Pad 8 verrà venduto dalla prossime settimane anche in Italia al prezzo di 249€ dunque anche qui ASUS punta alla concorrenza sui prezzi con gli altri player del mercato.



VIA