Motorola: il CEO non smentisce l’arrivo di un tablet

Il ritorno sulla scena internazionale di Motorola è stato sicuramente positivo, nonostante le luci e le ombre derivate da alcune scelte non proprio condivisibili che avrebbero potuto avere un senso diverso se rivolte in altre direzioni, evidente il richiamo alla limitazione del Moto X al solo mercato USA.

Nonostante tutto però il percorso di risollevamento dell’azienda facente parte dell’asset societario di Google sembra costellato da una serie d’interessanti progetti, spesso legati a doppio filo con le intenzioni del colosso di Mountain Views, e tra queste, oltre al discorso phablet, possibile realtà alla quale si starebbe pensando, vi è certamente quello tablet sul tavolo di confronto dei dirigenti aziendali, come svelato anche dal CEO Motorola, Dennis Woodside, che non ha smentito la possibilità: “… è qualcosa su cui stiamo lavorando, ma non c’è nulla di preciso di cui parlare al momento.”

Un tablet marchiato Motorola potrebbe aprire a scenari molto interessanti, non tanto all’interno di un settore dove negli ultimi mesi la concorrenza è notevolmente aumentata, bensì per le strategie di riflesso di Google che come in molti sanno, non ha abbandonato l’idea di utilizzare l’azienda statunitense come organo interno per lo sviluppo hardware dei suoi Nexus in futuro, giustificando l’investimento operato anni fa, ed è quindi possibile che si stia pensando di affidare anche il Nexus 7 a Motorola, ovviamente non prima di aver vagliato la qualità della sua lavorazione con un modello apparentemente non legato a BigG.