BlackBerry Messenger su Android dal 21 Settembre 2013

Come da titolo, potremo affermare ufficialmente che domani 21 Settembre 2013, arriverà su Play Store il noto servizio di messaggistica ‘BlackBerry Messenger‘. Questa nuova app permette un dialogo immediato con i propri amici, infatti consiste in una vera e propria chat in cui è possibile scriversi in tempo reale.

Inoltre questa app è stata realizzata proprio per tenersi in contatto anche con gli utenti di BlackBerry, i quali potranno comunicare con Android ed iPhone. L’acronimo ufficiale dell’applicazione è ‘BBM’, e sarà in grado di informare gli utenti nel momento in cui i messaggi saranno inviati e ricevuti, ed inoltre anche quando gli interlocutori risponderanno al messaggio. La funzione BBM Groups dà la possibilità di invitare fino a 30 amici nella conversazione. Inoltre, grazie a questa nuova app, sarà possibile condividere dei file come ad esempio note vocali o foto. Oltre ciò, tutti gli utenti BlackBerry Messenger otterranno un codice ‘PIN’ unico che darà la possibilità di mantenere la privacy, in modo da tener segreto il proprio numero di telefono o la propria e-mail con contatti sconosciuti. Ancora, grazie alla funzione ‘Broadcast Message’, l’utente potrà inviare un messaggio ad ogni contatto contemporaneamente. Di più, è possibile sapere quando i propri amici aggiornano il proprio status o la propria foto, grazie all’opzione ‘BBM Updates’.

Per tutti coloro che sono intenzionati a scaricare questa nuova app, potranno farlo gratuitamente tramite Play Store da domani 21 Settembre 2013. Il noto Executive Vice President BBM di BlackBerry, ovvero Andrew Bocking, ha comunicato che: “BBM è un servizio di messaggistica coinvolgente e semplice da usare, facile da personalizzare e con l’immediatezza che è necessaria per la comunicazione mobile. Con oltre un miliardo di smartphone Android, iOS, e BlackBerry presenti sul mercato, e in assenza di una piattaforma per il mobile messaging prevalente, questo è il momento giusto per portare BBM agli utenti Android e iPhone”.

Via