ARM: presto nuove CPU a 64bit

Giusto ieri sono stati presentati i nuovi Iphone con processori a 64bit. Gran parte delle persone non sanno nemmeno di avere processi a 32bit anzi nemmeno sanno cosa sia una CPU e del resto non è essenziale sapero. Tuttavia molti “fanboy Apple” hanno dichiarato di essere i primi ad aver ottenuto una CPU a 64bit su device mobile.

Questo non è ovviamente vero infatti esistono già in commercio CPU ARM a 64bit solo che Android non è stato ancora portato a 64bit per molte ragioni una di queste è che sicuramente si aumenterebbe la frammentazione e poi si aumenterebbe, inutilmente, il carico di lavoro dei developer delle app che dovrebbero sviluppare due app una a 32bit e una a 64bit.

Ma quali sono i vantaggi di un OS a 64bit ? Per l’utente la scelta è indifferente, certo si potrebbero ottenere dei vantaggi in termini di prestazioni e si otterebbe la possibilità di montare più di 3GB di Ram, ma sinceramente su un device mobile non ne vedo il motivo.

Invece di ottimizzare l’OS e l’hardware si sta andando verso una nuova corse all’hardware più potente con batterie che durano sempre di meno. Dunque la corsa al 64bit non è cosi vitale anche se risulta una naturale evoluzione del settore mobile. Per quanto riguarda i desktop tutti gli OS sono già migrati ai 64bit da anni.

VIA