ARM: presto nuove CPU a 64bit

Giusto ieri sono stati presentati i nuovi Iphone con processori a 64bit. Gran parte delle persone non sanno nemmeno di avere processi a 32bit anzi nemmeno sanno cosa sia una CPU e del resto non è essenziale sapero. Tuttavia molti “fanboy Apple” hanno dichiarato di essere i primi ad aver ottenuto una CPU a 64bit su device mobile.

Questo non è ovviamente vero infatti esistono già in commercio CPU ARM a 64bit solo che Android non è stato ancora portato a 64bit per molte ragioni una di queste è che sicuramente si aumenterebbe la frammentazione e poi si aumenterebbe, inutilmente, il carico di lavoro dei developer delle app che dovrebbero sviluppare due app una a 32bit e una a 64bit.

Ma quali sono i vantaggi di un OS a 64bit ? Per l’utente la scelta è indifferente, certo si potrebbero ottenere dei vantaggi in termini di prestazioni e si otterebbe la possibilità di montare più di 3GB di Ram, ma sinceramente su un device mobile non ne vedo il motivo.

Invece di ottimizzare l’OS e l’hardware si sta andando verso una nuova corse all’hardware più potente con batterie che durano sempre di meno. Dunque la corsa al 64bit non è cosi vitale anche se risulta una naturale evoluzione del settore mobile. Per quanto riguarda i desktop tutti gli OS sono già migrati ai 64bit da anni.

VIA

  • Lief

    Credo invece che portare Android a 64bit sia fondamentale.
    Oggi si pensa che i PC siano gli unici ad avere bisogno di potenza. Il mercato però va in un senso un po’ strano.
    Gli x86 diminuiscono molto i consumi e stanno arrivando a livelli arm (anche se devono ancora diminuire i costi) mentre al contrario gli arm stanno aumentando i consumi e arrivando come potenza agli x86.
    Secondo me tra magari 3 anni ci ritroveremo la possibilità di scegliere l’architettura che ci piace di più sia su smartphone che su computer.
    Per questo se Android non viene trasportato ora rischia di avere un gap molto grande. (anche solo di app che verranno sviluppate su 64bit).
    Anche a me piacerebbe che i PC rimanessero x86 e gli smartphone arm e ottimizzassero i consumi ma non sarà così. Con gli smartphone la gente oggi vuole giocare a titoli sempre migliori graficamente quindi il passaggio a 64bit è necessario