Nuovo Nexus 7: segnalati problemi al sistema multitouch

E’ arrivato sui primi mercati da poco meno di 15 giorni ed era molto atteso per l’evoluzione a livello di prestazioni hardware che andava ad introdurre, stiamo parlando della seconda generazione di uno dei tablet da 7 pollici più venduti sul mercato, il nuovo Nexus 7 prodotto da Google con la collaborazione di Asus. Da noi arriverà fra poco, ma il dispositivo sta riscontrando dei problemi che fanno sorgere preoccupazione agli acquirenti, ultimo dei quali quello relativo al display multitouch.

Già diverse segnalazioni avevano indicato dei problemi sul nuovo Nexus 7 per quanto attiene il sistema di rilevazione GPS, che non sembrava essere preciso ed a tratti non funzionante in maniera corretta. Ma ulteriori segnalazioni hanno fatto emergere anche un altra problematica, quella he riguarda la funzionalità multitouch del display della tavoletta prodotta da Google. Vediamo in questo video il problema riscontrato:

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=MYGd7GFVqB0′]

Come vedete piccole imprecisioni a parte, il sistema sembra ad un certo punto come “impazzire” e mostrare dei touch che in realtà l’utente non ha nemmeno eseguito. Al momento Google si è messa al lavoro per individuare le cause dei problemi riscontrati sul nuovo Nexus 7, c’è molta attesa da parte degli acquirenti che hanno già in mano il tablet, o che lo vogliono acquistare a breve, per capire se tali problematiche sono dovute a problemi a livello software, quindi correggibili da Google con successivi aggiornamenti, oppure hardware, situazione ben più grave che porterebbe a soluzioni come la sostituzione dei device.

Ricordiamo che il Google Nexus 7 è dotato di un display da 7 pollici con una risoluzione di 1920 x 1200 pixel ed è alimentato da un processore quad-core Snapdragon S4 Pro chipset con clock a 1.5GHz, supportato da 2GB di RAM. Terremo comunque sotto controllo le risposte di Google in merito in modo da informarvi su tale problematica.

Via

  • Claudio Kelevra Fabiani

    stesso problema che aveva quello di mio padre del 2012 🙁