Motorola: i rapporti con Google ridotti all’essenziale

A quanto sembrerebbe il destino di Motorola è tutt’altro che roseo, Google infatti non avrebbe intenzione di sfruttare l’azienda statunitense per la produzione in proprio nell’ambito hardware, con tutti quelli che sarebbero stati i vantaggi legati all’intervento del colosso di Mountain Views come accade per i Nexus.

A svelare questo aspetto, non proprio di poco conto per il futuro delle due società, è stato il Wall Street Journal sottolineando come BigG stia tenendo fede a quando sostenuto a suo tempo, ovvero all’acquisto della casa dal marchio alato, riguardo l’intenzione di non voler far concorrenza ai principali competitors concedendo a Motorola esclusivi trattamenti di favore, riguardo lo sviluppo di Android e non solo, cosa che però sembrerebbe esser divenuta, nel senso più ampio, una totale ostruzione facendo in modo che i rapporti fossero ridotti all’essenziale, come confermato da alcuni ingegneri della stessa secondo cui Larry Page avrebbe nettamente esagerato:

Non è come essere altrettanto svantaggiati. Noi siamo più svantaggiati.

Difficile capire il senso di questo atteggiamento da parte di Google, specialmente alla luce dei 12 miliardi di dollari investiti per l’acquisizione dell’azienda statunitense, quel che è ovvio è che i nodi sorti proprio in virtù di quell’evento, e celati da anni di silenzio, stanno man mano, come si suol dire, venendo al pettine. Sicuramente col tempo ulteriore dettagli ci consentiranno di poter inquadrare meglio la situazione.