Motorola: concesso un brevetto per un dispositivo da polso

L’arrivo del nuovo smartwatch di Samsung, ovvero il Galaxy Gear, atteso per la presentazione ufficiale il 4 Settembre assieme al Samsung Galaxy Note 3, ha sicuramente riacceso l’interesse per un settore che, nonostante l’esistenza di modelli già da tempo, era finito nel dimenticatoio visti i pochi, almeno per quel momento, sbocchi delle tecnologie indossabili.

Storia diversa quella odierna, così anche Motorola, da tempo immersa nel settore, si è vista in questi giorni la concessione di un brevetto depositato nel Febbraio 2012 ed inerente alcune funzionalità per un dispositivo da polso, tanto che questo, nei documenti, è definito come “progettato per avvolgere circa un’appendice di un utente“, chiaro il riferimento al polso. Detto che i tempi, rispetto alla richiesta, si sono pesantemente dilatati e Samsung ha bruciato tutti sul tempo per la nuova generazione di smartwatch, non si esclude che Motorola possa, adesso che è tornata in corsa nel panorama, rilanciare la sfida al colosso coreano, e non soltanto a quest’ultimo.

Dopo il MotoACTV potremmo quindi vedere nei prossimi mesi un nuovo device da polso dotato di funzionalità di rilevazione dello sguardo, proprio l’aspetto principale del brevetto, oltre a controlli touchscreen su di un sistema dual-screen e con funzionalità di controllo della salute, quindi monitoraggio dei principali parametri sanitari a scopo preventivo.

Via.