LG e Samsung insieme con Homeboy, il tablet lanciato in Corea

Non è sicuramente la prima volta che si parla di possibili partnership, Google ne ha fatta una sua politica con la gamma Nexus, e molto dei prodotti che si sfidano sul mercato sotto la proprietà di brand ben noti presentano al loro interno componenti forniti dai principali competitors, si tratta di meccanismi che nonostante tutto fanno girare il mercato e convengono a tutti.

Di casi però nei quali un’azienda si occupi della commercializzazione di un prodotto di una società rivale, senza che in quest’ultimo ci sia un qualche componente che porti guadagno alla prima, non se n’erano mai visti ed è proprio ciò che sta accadendo in Corea tra LG e Samsung, quest’ultima produttrice di un tablet da 7 pollici denominato Homeboy e che si presenta come una nuova soluzione multimediale per godere di tv, e-book e tanto altro.

LG avrebbe deciso, nonostante l’imminente volontà di rientrare nel settore tablet con l’LG G Pad, di aiutare Samsung nella commercializzazione sfruttando i propri canali, ciò grazie al fatto che l’azienda coreana è in patria anche una sorta di vero e proprio operatore telefonico soltanto nell’ambito commerciale, non essendo proprietario di piattaforme per la gestione dei servizi effettivi. Stando a voci proveniente da LG la partnership sarebbe stata approvata dal beneficio comune che le aziende trarranno dalle vendite, in particolare dalla spartizione delle relative percentuali di ricavi.

Chissà che un giorno non si possa assistere alla medesima scelta in Europa tra le principali aziende del settore, per adesso impegnate costantemente a darsi battaglia a suon di attacchi pubblicitari e nuovi modelli.