HTC prepara un suo OS basato su Android: sfida a Samsung

La nuova politica di HTC completamente orientata ai mercato emergenti, vedasi quello cinese per il quale è stato anche lanciato un dispositivo low-cost, prosegue lungo il suo cammino costellato, tra le varie novità, anche da un OS proprietario e basato su Android.

A lanciare l’indiscrezione sarebbe stato il Wall Street Journal svelando come il colosso taiwanese si sia interessato al trend nazionalista che sta prendendo piede in Cina con la nascita di diversi versioni, tra software e device, dedicate esclusivamente al mercato asiatico, ultimo esempio è Canonical che si è vista richiedere direttamente una versione speciale di Ubuntu Desktop. Possibile che l’OS in questione possa, per ovvietà, calcare le linee della nuova interfaccia Sense 5.0, diventandone una naturale estensione, quel che è sicuro è l’implementazione di funzionalità specifiche coi servizi social locali, come il noto Weibo, per soddisfare le utenze visto l’interesse da parte del colosso taiwanese di conquistare ampie fette di mercato, oltre che la fiducia dei cinese.

Staremo a vedere quale sarà il risultato di questa scelta di HTC, come un’occhio vigile lo terrà anche Google, da sempre attenta alla nascita di nuovi OS che, anche se basati su Android, potrebbero minacciarne la stessa esistenza, eventualità per adesso mai sorta con nessun sistema operativo ma che non può essere esclusa in nessun caso, anche in questo.