Android Device Manager: ecco come utilizzarlo e dove accedere

Sebbene fosse atteso soltanto entro la fine del seguente mese, uno dei servizi di cui si sentiva davvero la necessità nel panorama Android, ed in particolare nella vasta offerta di Google, era sicuramente Android Device Manager, disponibile e funzionante a partire da oggi.

Per poter sfruttare le potenzialità di del servizio, è ovviamente necessario impostare ed attivare la funzionalità fornita con l’ultima release del Play Services, ovvero la 3.2.25, accedendo all’area sicurezza, contenuta nella impostazioni, ed in particolare la voce “Amministratori dispositivo” dalla quale spuntare l’opzione.

Una volta effettuato ciò, il servizio inizierà a tenere traccia del vostro device consentendovi di operare, in caso di smarrimento, la scelta più consona alla situazione che va dalla semplice emissione di un suono alla cancellazione totale di tutti i dati contenuti in esso. Nonostante tutto il meccanismo di geolocalizzazione vi consentirà di poter tener traccia del dispositivo, sfruttando l’integrazione da browser con Google Maps per poterlo ritrovare in totale comodità e calma grazie alle funzionalità integrate.

Il servizio è attualmente disponibile per tutti i dispositivi, a prescindere dalla versione di Android, ed è accessibile tramite il pannello delle impostazioni presenti nel Google Play Store tramite l’apposita voce “Gestione dispositivi Android“, oppure tramite il seguente link:

Android Device Manager [Official Site]