Android apre all’Iran, ma solo per le app free

Google scrive agli sviluppatori su Android per annunciare finalmente l’apertura del mercato delle app anche in Iran: si potranno scaricare tutte le applicazioni su Google Play, o meglio tutte le app gratuite e/o non contenenti meccanismi di pagamento in-app.

Gli sviluppatori potranno d’ora in poi sbloccare il mercato iraniano dall’apposita sezione della Developer Console. I rapporti dell’Iran con Google non sono mai stati buoni, come quelli di tutti i paesi con un forte controllo tecnologico. Oggi però la decisione di Google sembra un segnale di distensione, per entrambe le parti.

Negli USA inoltre, dopo le ultime elezioni iraniane, non è più proibito esportare prodotti di elettronica di consumo in Iran (era vietato vendere cellulari dagli anni ’90), e anche Apple ha rimosso il paese dalla lista dei mercati proibiti per iPod, iPad, iPhone. L’Iran si avvia insomma verso la globalizzazione tecnologica? In ogni caso, si aprono grandi opportunità di mercato per tutti gli sviluppatori Android. Buona fortuna a chi vorrà sfruttare l’occasione!