Android, ancora problemi di sicurezza: l’FBI può spiare chiunque

L’FBI è in grado di spiare chiunque, in tutto il mondo, utilizzi un device Android. Basta un malware, con cui l’FBI può attivare il microfono a distanza, e quindi ascoltare le nostre conversazioni o registrare ciò che accade intorno a noi. Insomma, il Datagate continua: l’America ci spia davvero? La notizia arriva proprio in queste ore dal Wall Street Journal.

Proprio come dei veri hacker, gli agenti dell’FBI si introducono nei sistemi degli utenti Android, per spiare, registrare ed eventualmente colpire. Ci sarebbe addirittura un reparto apposito che crea strumenti in grado di controllare da remoto gli smartphone Android, le web chat, le email e i computer. In questo modo, con il nostro cellulare addosso, siamo sempre rintracciabili, ed è possibile ascoltare cosa stiamo facendo.

fbi spia con android

Proprio come nel telefilm Person of Interest, dove i “buoni” si introducono nei sistemi degli smartphone dei criminali per arrestarli, l’FBI ha deciso di metterci una cimice addosso. Anzi, ce la mettiamo da soli, portando sempre con noi il nostro cellulare.

E se pensate di essere al sicuro perché l’FBI opera solo in America, vi sbagliate. Oltre al proprio reparto, l’FBI farebbe uso anche di aziende esterne. E il Wall Street Journal fa anche il nome di un’impresa italiana, la HackingTeam SRL di Milano, che forse è in collegamento diretto con l’FBI. Insomma, nessuno è al sicuro: o, se proprio volete, basta togliere la batteria al vostro cellulare. E non usarlo mai più.

  • krakkato

    Non è che se esistono i virus allora tutti gli utenti hanno il virus… Lo stesso vale per android!
    E chi ti dice che apple non ha lasciato una backdoor per l’fbi in iOS?
    In fondo lo scandalo PRISM in america si basa proprio su questo… non c’è bisogno di malware!

  • cloe89

    Sì certo krakkato, solo che per ora il Wall Street Journal ha parlato di Android, poi è ovvio che siamo tutti a rischio solo tenendo il cellulare vicino!