Supporto TRIM in Android 4.3

Molte sono le novità che possiamo trovare nel nuovo aggiornamento del sistema operativo Android 4.3, fra queste, il noto colosso Google ha aggiunto il supporto TRIM. Questo innovativo comando da la possibilità di mostrare i blocchi che non sono più utilizzati in una unità a SSD, cioè i vari blocchi liberati dopo la cancellazione di diversi file.

In linea di massima, l’azione di eliminazione che viene effettuata da un Sistema Operativo OS, sta ad indicare che questi “Blocchi” (o celle) sono segnati come ‘non in uso’.

“Lo scopo dell’istruzione è di mantenere la velocità dell’SSD per tutto il suo ciclo di vita, evitando il rallentamento che i primi modelli hanno incontrato una volta che tutte le celle erano state scritte, una alla volta”.

Questo nuovo comando è stato creato perchè i device non sono in grado di distinguere quali sono i blocchi che sono in uso e quelli ancora liberi. Anche se il file system su un dispositivo SSD sarà in grado di mantenere una lista di blocchi che vengono utilizzati, vi sono delle difficoltà, ovvero, gli SSD hanno la capacità di scrivere blocchi di 4 KiB alla volta, tuttavia date le limitazioni dei componenti interni, questi devono essere in grado di cancellare i blocchi più grandi. Dato che il device non ha la capacità di conoscere quali sono i blocchi ancora in uso, se non scritti precedentemente, qualsiasi scrittura chiederà nuovamente un elevato numero di ciclo di lettura-eliminazione-modifica-scrittura. Il nome con cui è stato definito questo fenomeno è ‘Write Amplification’.

La caratteristica del comando TRIM diventerà standard come parte della grafica standard AT Attachment, guidata da Technical Committee T13 dell”International Committee for Information Technology Standars’.

Via