Philips Xenium W8510: smartphone Android con 35 giorni di autonomia

Il vero problema di qualsiasi smartphone è la batteria, infatti, la sua durata spesso non dà la possibilità di poter utilizzare il cellulare per più di un giorno.

Solo determinati smartphone, come ad esempio il ‘Motorola Razr MAXX’, sono in grado di riuscirci, grazie alla batteria da 3.300 mAh, ma, da oggi, anche un nuovo telefonino avrà questa capacità, stiamo parlando del Philips Xenium W8510, il primo smartphone Android dotato di una batteria da 3.300 mAh.

La nota casa produttrice Philips ha presentato delle novità, fra le quali troviamo l’ottimizzazioni per hardware e software che danno la possibilità allo smartphone di avere un’autonomia di 35 giorni in stand-by, 14 ore di web browsing se siamo collegati con Wi-Fi o 3G, oppure 18 ore in chiamate telefoniche.

Per quanto riguarda la scheda tecnica del Philips Xenium W8510, questa offre all’utente un processore Quad-Core, memoria RAM da 1 GB ed è dotato di uno schermo da 4.7 pollici HD. Inoltre il device presenta un tasto destinato al risparmio energetico. La carica della batteria è al quanto veloce. Effettivamente, se il dispositivo è in carica da 10 minuti partendo dallo zero percento di batteria, si avrà un’autonomia di 10 ore in stand-by e due ore in chiamate. Mentre con 30 minuti di ricarica, il dispositivo avrà un’autonomia di 57 ore in stand-by e 6 ore in chiamata.

  • Daniel

    Porca puttana

    • marmorica

      Cosa vorresti dire. Che è un bel oggetto? Penso proprio di si. Questo sarà solo l’inizio in futuro avremo devise con durata della batteria molto lunghi. Philips ha solo accelerato i tempi. Come ha fatto con l’avvento del CD.