Google: bocciata la funzione multi-utente su smartphone

Uno degli aspetti più controversi e discussi nel panorama Android è sicuramente la funzione multi-utente, una possibilità che ha spaccato gli utenti divisi tra chi è favorevole e la vedrebbe come una naturale evoluzione del sistema con vantaggi necessari a chi è solito avere un device condiviso con più persone, e chi invece vi è contrario perchè ritiene sia un’eccesso, frutto della voglia di abbondare, del quale Android non ha bisogno.

A rigor di cronaca va sottolineato che questo è un problema principalmente affrontato su smartphone, vista l’esistenza dell’opzioni su tablet, e questa scelta ad opera di Google è stata illustrata recentemente da uno degli ingegneri che si occupano quotidianamente del progetto, ovvero Dan Morrill:

Non è affatto chiaro come dovrebbe funzionare su uno smartphone, in particolare per quanto riguarda le telefonate e gli SMS. Supponiamo di avere il multi-utente attivo su uno smartphone e poi arriva una chiamata. Chi utente risponde? Escludete l’utente corrente? Può rispondere solo il proprietario dello smartphone? Se fosse così, lo smartphone dovrebbe suonare anche per gli altri utenti? E’ peggio infastidire l’utente corrente con uno smartphone che squilla a cui non può rispondere, o peggio per il papà perdere una chiamata del suo capo perché il figlio gioca ad Angry Birds?

Un opinione che potrebbe apparire frutto di considerazioni personali, sebbene il discorso posto in talo modo abbia una sua logica, eppure nonostante tutto il colosso di Mountain Views ha momentaneamente bocciato questa eventualità per smartphone a seguito di un test condotto per valutare l’effetto che esso avrebbe potuto avere sugli utenti, risultando negativo per la semplicità d’utilizzo, di cui Android per l’appunto di pregia.

Le parole rilasciate chiariscono una volta per tutte il discorso, ponendo un punto sulla questione sebbene vi sia l’intento di non cestinare definitivamente l’opzione, bensì  attendere momenti migliori che siano più congeniali all’utilizzo previsto da una multi-utenza, come per l’appunto accaduto su tablet.

Via.