Bluesnarfing: conoscerlo e combatterlo

Il bluetooth è una tra le connessioni  meno insicure. Da quando questa tecnologia è stata messa sul mercato gli smartphone hanno avuto un aumento esponenziale delle problematiche inerenti alla sicurezza informatica. Attualmente questa connessione è usata su larghissima scala facilitata dalla semplicità della connessione e dai tantissimi accessori compatibili. Molti utenti si sentono sicuri ad utilizzare una connessione di quel tipo perché la sua copertura è molto limitata spesso non più di pochi metri. Il problema è che esistono in commercio, e ad un prezzo assolutamente abbordabile, antenne che inserite nel computer hanno la particolarità di aumentare fino ad oltre un chilometro la portata per la rilevazione.

Il bluesnarfing, questo è il nome della tecnica adoperata per hackerare le connessioni bluetooth,  si basa sul furto di informazioni sensibili conservate sul proprio dispositivo mobile. Una volta che l’antenna ha rilevato le connessioni attive entrano in gioco dei software creati ad hoc per estrarre dai telefoni bersaglio praticamente di tutto: contatti telefonici, calendario, messaggi di testo e tutto ciò che il telefono conserva. L’hacker quindi non dovrà fare altro che recarsi col computer in un posto più affollato possibile e cominciare il lavoro.

Sebbene il quadro fin qui evidenziato risulta essere non particolarmente rassicurante vi sono comunque delle contromisure che possono servire a limitare la pericolosità dello bluesnarfing. In primo luogo un utilizzatore di  bluetooth dovrebbe  esser sicuro di interrompere la connessione ogni qual volta non la  sta utilizzando. Ma ciò che permette di adoperare il bluetooth senza troppi patemi d’animo è un firewall creato proprio per questa connessione. Attualmente uno dei migliori sul mercato è Bluetooth Firewall v.1.8 . Tra le caratteristiche migliori di questa applicazione ci sono la possibilità di controllare che i dispositivi che chiedono l’accesso siano identificati e la creazione di log sugli eventi scaturiti quando il dispositivo android è connesso.

 

 

  • Tinikko

    qualcosa di free non ci sta?