Automatizzare il proprio dispositivo android

Automatizzare le operazioni del dispositivo android significa avere notevoli vantaggi. Poter decidere quando e come far partire un’applicazione riscuote da subito il risultato di ottimizzare l’esecuzione del funzionamento generale dello smartphone, risparmiare batteria e semplificare le operazioni quotidiane. E’ possibile, per esempio, spegnere la connessione quando non serve per poi riattivarla in seguito.  La filosofia del sistema operativo di Google si adatta in modo perfetto con l’automatizzazione dato che l’ampio ventaglio di applicazioni lo rendono decisamente flessibile e facile da adattare in base alle necessità. Per compiere questa operazione sarà necessario adoperare una applicazione creata per questo tipo di operazione.

L’applicazione che verrà usata è AutomateIT. Il processo di automatizzazione si basa sull’impostazione di regole precise alle quali il dispositivo dovrà sottostare. Il primo passo dovrà, quindi, essere compiuto verso questa direzione. In effetti creare di volta in volta le regole ed impostarle può essere un lavoro ripetitivo e noioso. Questa applicazione permette, grazie alla cooperazione con altri utenti e sviluppatori android, scaricare ed adoperare regole già fatte grazie al Rules Market, un’ottima opzione gratuita messa a disposizione degli utenti. E’ possibile scegliere le regole più in voga, quelle più utili oppure eseguire una ricerca per ottenere una regola il più possibile soddisfacente. Naturalmente potrà essere modificata dall’utente in qualsiasi momento.

Nella sezione contenente le regole, My Rules, è possibile visualizzare ed attivare oppure disattivare una o più regole. La filosofia che sta alla base di questa applicazione sta nel fatto che sebbene è possibile scaricare regole create da altri è possibile modificarle a proprio piacimento. Rendere il proprio smartphone android automatizzato è un ottimo modo per renderlo più “user friendly”.

 

 

 

 

 

 

  • Francesco

    Questo articolo sembra scritto con i piedi, non sicapisce se è la presentazione di un software, o cos’altro.
    Spero non ti paghino per scrivere porcate simili…