Samsung e Sharp: IGZO, accesso sbloccato per i display di nuova generazione!

Ancora una volta si parla di Samsung, il colosso mondiale che ha appena concluso un investimento da 10,4 miliardi di Yen per accaparrarsi il 3% della giapponese Sharp.Leader nel settore display, Sharp produce già per Samsung pannelli di tutte le dimensioni ma questo investimento promette una partnership ancora più duratura e piena di novità.

I rumors parlano già di nuovi terminali dotati di schermi sempre più grandi (vedi articolo) e Samsung di certo non può lasciarsi sfuggire tecnologie come la neonata IGZO, acronimo di Indium Gallium Zinc Oxide (ossido di zinco, indio e gallio).

I display realizzati con questo semiconduttore presentati circa un mese fa al CES 2013 promettono infatti prestazioni da urlo:  IGZO consente la miniaturizzazione dei pixel per ottenere risultati al limite del fotorealismo, promette un notevole risparmio energetico con una riduzione dei consumi che arriva fino al 90% e consente addirittura di realizzare display curvi, ultrasottili e senza bordi.

Al CES abbiamo visto i primi OLED da 3,4″ con questa tecnologia che avevano una risoluzione di 540×960 (326 PPI) ma questo non vuol dire che i due colossi mondiali potrebbero presto collaborare per i nuovissimi LCD Full-HD e, perché no, Sharp potrebbe estendere questa tecnologia anche ai  tanto amati da Samsung, display AMOLED.

E’ ancora presto per sapere cosa vuole realizzare Samsung con questo accordo ma siamo sicuri che non ci deluderà e se avremo incredibili display sui nostri smartphone, che dire: sono ben accetti!

Via