Instagram: da Gennaio potrebbe cominciare a vendere le nostre foto! (Aggiornamento)

Una notizia davvero shock, almeno per noi di Caotic.it. Sembrerebbe ormai in arrivo una nuova versione del contratto di utilizzo di Instagram, che tra le varie clausole potrebbe comprendere la possibilità da parte della società di vendere le nostre foto. Il tutto, senza compensarci!

Come molti di voi ben sapranno, Facebook ha recentemente acquistato Instagram, la nota applicazione di photo editing e photo sharing utilizzata in tutto il mondo. Come avete potuto leggere sopra, pare proprio che Mark Zuckerberg voglia introdurre nuove clausole nel contratto di utilizzo di Instagram per permettere alla società di vendere i nostri scatti fotografici senza donarci parte del ricavato.

Già il contratto attuale di Facebook consente al re dei social network di disporre delle nostre foto come meglio crede, guadagnando anche di diritto di proprietà su di esse. Questa clausola potrebbe scivolare anche su Instagram, ormai un braccio di Facebook, purchè in maniera leggermente ridotta: i proprietari delle foto saremo comunque noi, ma la società ha piena facoltà di vendere tutti i nostri scatti(passati, presenti e futuri) senza riconoscerci la nostra parte.

Se davvero le cose diventerano cosi, è facile aspettarsi un drastico crollo nel numero degli account della nota applicazione fotografica: personalmente non sopporterei minimamente che i miei scatti siano venduti a chiunque senza ricevere nemmeno un segno di gratitudine. Certo, la società dovrà mantenersi in qualche modo, ma abusare del contenuto creato dagli utilizzatori è davvero troppo.

Via

Aggiornamento: siamo riusciti a trovare un ottimo articolo di The Verge che chiarisce meglio la situazione. In poche parole Instagram NON ha il permesso di vendere le nostre foto, modificarle o creare contenuti derivati da esse. Semplicemente una società può pagare Instagram per mostrare i nostri scatti in modo che non si vengano a creare contenuti derivati da essi. Un esempio: Budweiser può pagare Instagram per creare una raccolta che comparirà sulla propria timeline chiamata “Le migliori foto di questo bar!”. In questa raccolta compariranno le nostre foto senza modifiche, loghi vari attaccati sopra o campagne pubblicitarie dal contenuto derivato.

Ecco l’articolo completo.

  • AndreaOdone

    E’ ovvio che sta seguendo la scia di Facebook essendo stata acquistata proprio dal faccialibro…

    In poche parole hanno bisogno di monetizzare molto essendo quotati in borsa e qualsiasi cosa che può creare profitto viene subito inserita …

    Però così continuando perdono sempre più autorevolezza e il servizio perde molto di credibilità. Ad esempio l’introduzione dei filtri nelle fan page è una di quelle attività fatte appositamente per spillare più soldi possibili al gestore di una fanpage.

    (senza contare che molti la fan page se la sono costruita facendosi il mazzo e che non è giusto guadagnare sul lavoro di altri!!!)

    E’ ovvio che facebook continuando di questo passo non potrà che crearsi dei grossi problemi a favore di competitors sempre più agguerriti. (alle volte anche molto più avanzati tecnicamente come Google Plus)

  • AndreaOdone

    Ciao John… Guarda che l’articolo é stato pubblicato ieri e appena abbiamo saputo qualcosa di nuovo abbiamo aggiornato…:-) non mi sembra che la redazione si sia comportata male…no?

    Ti ringrazio cmq di aver espresso la tua opinione in merito 😉

    • AndreaOdone

      Non ho seguito direttamente questa questione però mi sa che quando era stato scritto l’articolo, l’aggiornamento di Instagram non era ancora disponibile. Quindi in poche parole si trattava di poco di più di un rumor 🙂

      Cmq ripeto che ti ringrazio della segnalazione perché effettivamente, indagare su queste questioni è la cosa migliore in assoluto. Normalmente cerchiamo di farlo ma questa volta probabilmente è sfuggito qualche particolare… 🙂