Su Google Play Store compaiono le app di Apple! Il fake è servito…

Nelle ultime ore si è assistito al lancio di numerose applicazioni pubblicate a nome Apple Inc. sul market  di app Android. Inutile spiegare che si tratti di un enorme fake, ma la domanda sporge spontanea: un controllo più celere per queste applicazioni?

GarageBand, iMovie, iPhoto e altro ancora. Queste le applicazioni farlocche comparse su Google Play Store poche ore fa, pubblicate da Apple Inc., con loghi e descrizioni totalmente copiate. Ovviamente si tratta di un fake a 360° dato che Apple non concederebbe mai la propria suite di applicazioni alla piattaforma made in Google.

L’azienda di Cupertino è già stata avvisata di tutto ciò, ma ancora nessuna comunicazione dalla società è arrivata.

In conclusione, una domanda dobbiamo farcela: come hanno fatto queste applicazioni a superare i controlli di Play Store? Chi si è occupato del controllo della validità di queste app che infrangono diversi copyright? Sicuramente questo argomento va a dar credito a quanto affermato nei giorni scorsi da Ballmer, il quale ha sottolineato quanto Android sia facile da attaccare in molti dei suoi punti principali.

Via

  • Se il nome “Apple Inc.” era libero è normale non sia stato bloccato!

    • Certo, su questo non c’è dubbio. L’articolo era indirizzato verso i controlli che dovrebbero pulire questa sporcizia sul market. Forse mi sono spiegato un pò male e provvedo ad aggiornare. 😉