Samsung annuncia Exynos 5, la futura generazione di chip!

Il gigante sudcoreano ha annunciato e presentato la nuova famiglia di microprocessori mobile basati su architettura Cortex A15. Samsung Exynos 5 è realtà!

Brevemente, ecco le specifiche che caratterizzeranno la futura generazione di chip di casa Samsung, che saranno montati sui prossimi terminali della società.

  • Dual-core 1.7 Ghz Cortex A15 CPU
  • Mali T604 GPU
  • Wi-Fi display support
  • 12.8 GB/s memory bandwidth with 2 port 800 Mhz LPDDR3 RAM support
  • 1080p 60 FPS video performance and VP8 codec decoder
  • USB 3.0 support

La nuova GPU Mali T604 garantirà performance 5 volte superiori rispetto la vecchia Mali di Exynos 4, cosa che farà contenti tutti gli smanettoni del settore.

Prima di passare a brusche considerazioni del tipo “Ma come…solo dual-core?”, occorre aggiungere qualche precisazione:

  1. Quella presentata da Samsung è la versione Exynos 5 Dual, che lascia aperti spiragli ad un Exynos 5 Quad, munito di CPU quad-core;
  2. Non sempre avere più core significa avere performance migliori.
    Alcune volte una CPU quad potrebbe bruciare una CPU dual, altre volte invece, potrebbe verificarsi il contrario!

Il vantaggio di avere un numero di core superiore incide principalmente sulla gestione dei processi della CPU, spalmati per esempio su 2 processori nel caso di una CPU dual-core invece che affidati tutti al singolo chip di una CPU single-core.

Per farvi capire una volta per tutte l’argomento, vi proponiamo un semplice esempio tra una CPU single core e una dual core. Molti utenti pensano che un dual core da 2GHz è uguale ad un single core da 4GHz. NON C’E’ COSA PIU’ SBAGLIATA DI QUESTA!

Ho un azienda di traslochi. Ho un impiegato che riesce a sollevare 100kg da solo(immaginiamolo come il processore single core) e ho altri 2 impiegati che riescono a sollevare massimo 50kg a testa(questi due sono il processore dual core). Sicuramente, il povero impiegato che va a fare il trasloco da solo ci metterà più tempo a svuotare tutto la casa, ma diciamo che farà meno fatica a trasportare cose molto pesanti, per esempio un tavolo da 100kg. La seconda squadra invece, essendo formata da due operai, svuoterà la casa più velocemente, ma nel caso dovesse trasportare il tavolo da 100kg potrebbe fare più fatica e dovrebbe far affidamento ad entrambi gli operai.

La morale qual è? In un epoca dove il multithreading(che non è il multi tasking!) è cosa fondamentale in campo informatico avere una processore con più core potrebbe risultare un vantaggio sopratutto per la possibilità di avere più processori attivi nello stesso giro di clock, però non dobbiamo dimenticarci che la frequenza a cui lavora ogni singolo core rappresenta la vera mole muscolare di cui è disposta una CPU.

Altra cosa da aggiungere sono i costi: al di la degli eventuali miglioramenti in performance, i costi di produzione di una CPU dual-core da 2GHz sono inferiori alla produzione di una CPU da 4GHz, dato che dei chip da 2GHz sono più economici.

Inoltre bisogna considerare anche la tecnologia usata…in poche parole: NON DISPERATE SE LA VOSTRA CPU è “SOLAMENTE” DUAL-CORE, I DATI STATISTICI POTREBBERO SORPRENDERVI!

E’ vero. Generalmente un quad-core è più performante di un dual…ma solamente a parità di clock e di tecnologia usata e sicuramente questi dual-core Exynos 5 sapranno far valere la loro forza, molto probabilmente risultando migliori di famosi chip quad-core attualmente in commercio! 😉

Ripetiamolo…PIU’ CORE NON SIGNIFICA PIU’ POTENZA!

  • Verissimo, ma come dici tu, più copre significano più scaltrezza tra le applicazioni. Considerando che su un cellulare o su un tablet non ci troveremo mai (o moooolto limitatamente) a fare operazioni che richiedano un carico notevole (come potrebbero essere su pc l’editing o simili) sicuramente il dual inciderà in maniera credo negativa rispetto ad un quad.

    • sono in parte d’accordo. Però considera questo: le CPU mobile sono programmate per essere montate su smartphone o tablet e far girare software per smartphone e tablet. Non c’è termine di paragone tra il funzionamento di un PC e di un terminale mobile…semplicemente si tratta di architetture scalate ad hoc per questo genere di periferiche. 😉

  • francitheDick

    Voglio fare i complimenti a Daniele l’autore perchè è un articolo che li batte tutti per precisione e argomentazione!!