RIM aveva seriamente pensato di passare con Android

Research in Motion. RIM. Ma forse la “research” in casa Blackberry si è fermata da un bel po’ ed è forse tempo di cambiare marcia per contrastare il dominio Android ed iOS.

Anche la Nokia ha scelto la sua parte nel grosso mercato mobile, optando per il colosso americano Microsoft. E a breve anche Blackberry aveva pensato di scegliersi una fazione nella quale gareggiare al fine di evitare una situazione che sta diventando sempre più ingarbugliata e complicata.

Il CEO di RIM, Thorsten Heins, ha recentemente dichiarato in un’intervista che non possiamo stare al passo con Samsung ed Apple. Non senza un aiuto esterno. Ma abbiamo deciso di non andare con Android per il momento.

Forse era più di una semplice ipotesi, RIM aveva seriamente preso in considerazione l’idea di passare al progetto open source di Android. Ma poi ha deciso di continuare sulla propria strada e di lanciare ad inizio 2013 Blackberry 10.

Uno dei cali è certamente dovuto ai mancati aggiornamenti ed alle poche novità che RIM ha saputo offrire ai propri clienti. Anche Blackberry 10 era atteso quest’anno ma è previsto soltanto per l’inizio del 2013.

Heins ha anche ribadito di puntare forte su Blackberry Messenger, che è ciò che attrae maggiormente le persone al mondo Blackberry. Inoltre ha ribadito che viste le varie aziende che supportano Android, poteva anche rappresentare un vero e proprio boomerang per RIM passare con Android.

Tuttavia non crediamo assolutamente che Blackberry Messenger possa fare la differenza al mondo di oggi, ma ciò di cui necessita il mondo smartphone sono sicuramente innovazioni, elevata compatibilità e compenetrazione con altri servizi e flessibilità. RIM non mi sembra in possesso di tali doti e a mio parere di certo continuare in questo modo non è la scelta giusta. Android ed iOS sono i veri e propri dominatori della scena, con i Windows Phone che lentamente sta penetrando nell’ecosistema smartphone.

Continuerà RIM a proseguire sulla sua strada?

Via