La Storia di Android | Capitolo 7: Android 4.0 Ice Cream Sandwich

Ice Cream Sandwich, la versione 4.0 di Android, è ritenuta da molti come la release migliore di sempre e sopratutto l’update più radicale. Argomento di oggi in “La Storia di Android” è proprio il robottino verde in versione gelato: novità, funzionalità e migliorie davvero interessanti del OS by Google!

Come ultimo tassello di questa prima serie della rubrica targata Android.Caotic.it, dedita a raccontarvi dell’evoluzione del robottino verde passo passo, abbiamo Android 4.0 Ice Cream Sandwich (in teoria potremmo già trattare in un capitolo prossimo di Jelly Bean, ma preferiamo aspettare che la 4.1 si espanda maggiormente!). La release in questione(ICS), più che un semplice aggiornamento, ha rappresentato un cambiamento radicale della piattaforma…bhè, radicale magari è dir troppo, anche perchè nonostante l’interfaccia utente, le funzionalità e le migliorie a livello prestazionale siano state davvero calcate, in questa nuova versione pulsava sangue Android a tutti gli effetti!

19 ottobre 2011. Android 4.0 Ice Cream Sandwich fa il suo debutto. Accolto dalla critica con pareri ampiamente positivi, lancia il robottino verde sempre più in alto e sicuramente in posizione di vantaggio rispetto il rivale numero uno, ovvero iOS, per quanto riguarda funzionalità e semplicità di utilizzo di un sistema operativo mobile.

Le principali novità furono un aumento delle prestazioni, grazie ad una migliore gestione delle risorse hardware, il Face Unlock, ovvero il sistema che permette di sbloccare lo smartphone tramite riconoscimento facciale, la rimozione del ritardo negli scatti della fotocamera e l’implementazione di Android Beam.

Tuttavia, la novità che riscosse maggiormente successo fu la nuova interfaccia utente. Chiamata “Holo UI“, questa user interface colpì positivamente la critica talmente tanto da ricevere svariati premi come il Design’s 2012 User Experience Awards e la medaglia d’oro Best Platform Experience, premi che decretarono la piattaforma Android come la migliore a livello di design e di semplicità d’uso. Fluida, funzionale, facile da usare e sopratutto bella da vedere. Holo sbalordì davvero tutti.

La release 4.0, ancora oggi la più recente disponibile dato che Jelly Bean gira unicamente su Nexus 7, Galaxy Nexus e Nexus S, non ha ricevuto un gran numero di update. Tra i più importanti sicuramente il 4.0.3, che incrementò il livello delle API.

Nonostante Ice Cream Sandwich sia davvero ottimizzato sotto molti aspetti, la versione al momento più diffusa rimane ancora Gingerbread. Gli sviluppatori stanno aggiornando il maggior numero di terminali disponibili, ma molte volte, a causa di un comparto hardware non eccellente, il porting di ICS non è sempre facile. Inoltre, dato che uno dei punti di forza di Android è anche la fascia medio-bassa del mercato smartphone, GB riesce a dominare ancora dato che gira meglio su terminali meno potenti, ma ICS piano piano sta colmando gran parte del gap rispetto al suo predecessore.

Alla fine di questa prima serie, ecco l’iconografia aggiornata, seguiti da tutti i link ai capitoli precedenti! Enjoy it! 🙂

Link capitoli precedenti:

Capitolo 1 – Le origini di Android

Capitolo 2 – La prima generazione Android

Capitolo 3 – Android 2.0 e 2.1 Eclair

Capitolo 4 – Android 2.2 Froyo

Capitolo 5 – Android 2.3 Gingerbread

Capitolo 6 – Android 3.0 Honeycomb